martedì 22 marzo 2011

MENU' PER LA FESTA DEL PAPA'



Con qualche giorno di ritardo, ecco il meù che ho preparato per la festa del papà. Ho optato per una cena francese...non so bene il perchè, ma sono stata ispirata così.
Era da un po' di tempo che mi frullava per la testa l'idea di riproporre il boeuf bourguignon di Julia Child...sarà per la sua cremosità, per la cottura lenta, non so bene come mai, ma ne avevo una gran voglia. E così, partendo da questo ricco secondo, ho pensato che avrei potuto preparare anche un antipasto, un primo e un dolce francesotti.
Ecco dunque il menù (chiedo scusa per le fotografie, ma sono state scattate durante la cena con un telefono...):

  • Camembert in crosta di nocciole (ricetta presa da Sigrid...è un sapore che crea dipendenza!!! Da quando l'ho provato la prima volta non l'ho più abbandonato per cne e chicchine. La trovate qui)
  • Soupe a l'oignon (qui)
  • Boeuf bourguignon
  • Ile flottante




Per il boeuf bourguignon (dosi per 4 persone) dovete andare dal vostro macellaio di fiducia e acquistare circa 700 gr di vitello morbidissimo tagliato a cubetti e un po' di pancetta, di quella buona, tagliata in una fetta spessa. Arrivati a casa tagliate a cubettini la pancetta e fatela bollire in u pentolino con dell'acqua per circa 6, 7 minuti. Scolatela e mettetela a cuocere in una pentola (che poi andrà in forno) con qualche cucchiaio di olio di oliva. Fate dorare, quindi toglieteladalla pentola e al suo posto inserite i pezzi di carne. Fate dorare bene, togliete e sempre nella stessa pentola con lo stesso fondo di cottura fate imbiondire una cipolla insieme ad una carota, entrambe tagliate sottili.

A questo punto, unite la carne, la pancetta e un cucchiaio abbindante di farina 00. Mescolate bene per qualche minuto (la farina deve colorire un po'...deve appiccicare alla padella), quindi bagnate il tutto con una generosa quantità di vino rosso (io ho usato un Nebbiolo, circa mezzo litro). Unite una foglia di alloro, qualche rametto di timo e cuocete a 130/140° per 3 ore aggiungendo ogni tanto un po' di brodo di manzo.

Nel frattempo preparare gli champignon semplicemente saltandoli in olio e burro. Lo stesso per l cipolline (o ho usato le borretane), insaporendo con sale, pepe e un po' di timo.

Quando saranno trascorse le 3 ore di cottura della carne, unire i funghi, le cipolline e servire!



Ile flottante:




Montate 3 albumi con 30 grammi di zucchero a velo a neve fermissima. Mettert a bollire mezzo litro di latte con una stecca di vaniglia e formare, con l'aiuto di due cucchiai, delle quenelles di meringa. Cuocete le quenelles nel latte bollente per pochissimi minuti per parte, quindi scolatele su carta assorbente. Quando avrete terminato questa operazione cuocete la crema inglese (io ho utilizzato il bimby: ho messo i 3 tuorli, il mezzo litro di latte utilizzato per cuocere le quenelle e raffreddato, i semi di vaniglia e 2 cucchiai di zucchero a velo ad una temperatura di 80° per circa 15 minuti).

Al momento di impiattare disporre sulla base del piatto la crema inglese tiepida e porvi sopra le meringhe.

Bon appetit!





16 commenti:

  1. che chicca questa cena, beato il papà festeggiato ;)))

    RispondiElimina
  2. l'ile flottant è un dolce che mi faceva sempre mia nonna quando ero piccina...troppo buono!

    RispondiElimina
  3. @cinzia:sì...era molto contento :-)
    @blueberry: davvero? che meraviglia...

    RispondiElimina
  4. avrei una domada sul flottante, se posso...
    l'ho fatto un paio di settimane fa con una ricetta che avevo trovato in internet(molte erano davvero simili!) ho fatto questo impasto di meringa e a cucchiaiate l'ho fatto bollire (circa 4 o 5 minuti l'uno) nel latte alla vaniglia, poi ho fatto la crema inglese e ho terminato mettendo la meringa nella crema inglese, ero gasatissima ho fatto le foto x il blog, ma poi quando l'ho assaggiato ci sono rimasta malissimo, sapeva totalmente di uovo sodo!!=((( secondo te ho sbagliato io?! o è la caratteristica del flottante e semplicemente non piace a me? anche il tuo sa così tanto di uovo?! grazie mille a presto vale

    RispondiElimina
  5. ottima cena so french!
    complimenti

    RispondiElimina
  6. che cena raffinata Cinzia, splendida davvero! un bacione cara, a presto!

    RispondiElimina
  7. @imbini pasticcini: è strano ciò che mi dici...non è che per caso hai messo poco zucchero a velo? perchè la meringa in sè senza lo zucchero a velo, magari anche vanigliato, sadavvero di poco. e nella crema inglese ce l'hai messa la vaniglia?
    se hai fatto tutto ciò non saprei...magari a te non piacciono questi sapori, anche se il loro gusto non ricorda un uovo sodo. penso sia un problema di zucchero....

    RispondiElimina
  8. @eleonora & chiara: sìssì..cena super francese e molto splendida! dovevate vedere il mio papà come era felice!!!!

    RispondiElimina
  9. Très chic! Complimenti, davvero bella questa cena francese!

    RispondiElimina
  10. Wow che menù delizioso, complimenti!

    RispondiElimina
  11. @lerocherhotel: grazie!
    @sunflowers: non è così salutare come la ricetta per il contest, ma ogni tanto uno strappino alla regola ci vuole :-)

    RispondiElimina
  12. sai che l'ile flottant così con la vaniglia non l'ho mai fatto?!sempre fatto in versione salata.
    ottimo menu

    RispondiElimina
  13. ok..proverò a rifarlo seguendo per filo e per segno la tua ricetta!!;)
    perchè il mio era proprio uovo sodo!:(
    grazie a presto

    RispondiElimina
  14. @lucy: e io non l'ho mai fato salato...interessante, mi piacerebbe provare
    @imbini: riprova poi però fammi sapere che sono curiosa!!!!

    RispondiElimina
  15. Ottimo questo menù ma soprattutto l'ingrediente che si legge in ogni piatto. Tuo papà è un papà fortunato :)

    RispondiElimina
  16. un menu davvero ben studiato! sto leggendo il libro..e prima o poi mi ci avventurerò anch'io in qualche sperimentazione delle ricette di Julia Child!

    RispondiElimina