lunedì 5 dicembre 2011

PANCAKES E PAIN PERDU A COLAZIONE





Adoro la domenica mattina perchè posso preparare con calma la colazione, e devo dire che da qualche mese l'appuntamento fisso è con i pancakes.
Avevo trovato, oltre alla ricetta classica, la variamte con la ricotta, della quale avevo apprezzato molto la sofficità, anche se la ricotta, in particolare nei dolci, non mi fa impazzire. E così ho provato a sostituirla con un vasetto di yogurt bianco, al naturale.
Il risultato è stato talmente esaltante che ho deciso ormai che la mia ricetta per i pancakes sarà la seguente:
125 gr di yogurt bianco
125 gr latte
2 uova
100 gr farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci



Procedimento:

sbattere le uova, aggiungere la farina setacciata, lo yogurt e il latte. Mescolare bene ino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Unire quindi il lievito, mescolare e versare in un padellino antiaderente unto di burro, un mestolo del composto. Cuocere per circa 2 minuti, quindi girare, cuocere altri due minuti e servire con sciroppo d'acero.


E fin qui abbiamo parlato dei pancakes. E cosa ne pensate dl pain perdu? Non vi ho mai parlato della mia passione per "lui"?
Ecco...ho una vera passione, mi piace da morire! E accompagnato alla marmellata di more che mi ha portato il mio papà dal Polesine, beh ecco...non vi posso spiegare la delizia!
Ma la ricetta sì, anche se credo che tutti la conoscano.

Per la mia colazione ho sbattuto in una ciotola un uovo, ho aggiunto circa 100 ml di panna fresca e ho inzuppato 4 fette di pancarrè integrale in questo miscuglio. Ho poi fatt cuocere in una padella con del burro le fette di pane, servite con una spolverata di zucchero a velo vanigliato Ho accompagnato il tutto con la marmellata di more.

Buonoooooo!!!!!!

14 commenti:

  1. bella questa variante, mi prenoto per la colazione della prossima domenica

    RispondiElimina
  2. Gurp...Nella mia totale ignoranza non conoscevo il pain perdu...bonooo. I pancakes, quelli si, non li ho mai fatti. Oltretutto, ogni volta che li vedo salvo le ricette, ma sarebbe bello anche provare a farli ogni tanto, che dici? Un saluto!

    RispondiElimina
  3. mamma, che squisitezza....sono tra le cose che mi divorerei a ogni ora....-)

    RispondiElimina
  4. @elena: ti aspetto :-)))
    @tinny: eh sì devi provare le ricette che ti segni! daiiiii!!!!
    @cinzia: eh a chi lo dici...

    RispondiElimina
  5. ei vengo anche io a colazione!!!!!!!baci

    RispondiElimina
  6. Mi autoinvito anch'io. Posso?

    RispondiElimina
  7. Dici che sono l'unica in Italia a non conoscerlo? Un modo per mettermi al pari con il mondo, allora lo provo! Baci dal profondo sud :))))

    RispondiElimina
  8. uhhhh è da tanto che voglio fare il pain perdu mi sà che in queste vacanze ci provo!!!! baci

    RispondiElimina
  9. Tra pancake e pain perdu io proprio non saprei scegliere... Del primo adoro la versione alla ricotta.. Mi sa che presto proverò anche quella allo yogurt... XD

    RispondiElimina
  10. è da fare,senza rimandi ne sistematine, così com'è è perfetta! un bacione...

    RispondiElimina
  11. che sia gustosissimo, il pain perdu, non ho dubbi
    Certamente una vita piena di movimento sarebbe meglio.. a me andrebbe tutto sui due "cuscini posteriori" ahimé :(
    un bacione!!

    RispondiElimina
  12. Ciao, ma che bello il tuo blog, da oggi ti seguo volentieri e soprattutto proverò a fare i pancakes con la tua ricetta e anche il pain perdu :)

    RispondiElimina
  13. I always want to jump straight into my computer and eat your food. Seriously.

    RispondiElimina
  14. adoro il pan perdu!! e potrebbe essere una soluzione troppo golosa per la mattina di natale, sai? :D
    Un abbraccio e tanti auguri!

    RispondiElimina