venerdì 15 giugno 2012

CENA IN BIANCO DI TORINO: LA PANNA COTTA CON LE PESCHE



Devo dire che appena sono venuta a conoscenza di questo evento, ho messo subito in moto un tam tam tra amici e conoscenti perchè trovo sia un'idea fantastica! Una cena in bianco, a Torino, la cui data rimarrà segreta fino a 24 ore prima.
Ma andiamo con ordine. Devo ringraziare innanzi tutto Mariachiara Montera di thechefisonthetable che ha pubblicato un intero post riguardo all'iniziativa torinese, e che si è fatta venire in mente un' idea legata appunto all'evento: pubblicare tuttti insieme un post in bianco, così come la cena di Torino.
Ma di cosa si tratta?
"Cena in Bianco di Torino" è una iniziativa di Antonella Bentivoglio d'Afflitto, direttore creativo di The Kitchen of Fashion: una cena in bianco, a Torino, organizzata come flash mob, cioè con data e luogo segreti fino all'ultimo, per strade e piazze della città,  a cui tutti sono invitati  e tutti ne sono protagonisti. Gratis la partecipazione.Ogni partecipante porterà con sé sedie e tavolino pieghevoli bianchi e vivande al seguito, tovaglia bianca, piatti e bicchieri non di carta, magari candele, acqua e/o vino e ovviamente essere vestiti in bianco!
La cena in bianco ha lo scopo di riportare all'atmosfera del giocare in cortile, dello stare insieme per strada come nei vecchi paesi: vivere e riappropriarsi del territorio da un lato, essere protagonisti della città e non spettatori. Stare insieme in una piazza, in un luogo di scambio di connessioni umane, di contaminazioni di idee e di energie.
E noi food blogger, entusiaste di questo evento, abbiamo aderito all'idea di Mariachiara realizzando un foodblogger-flashmob sul tema del bianco per promuovere l’evento realizzando un post in bianco.

E cosa di più bianco della panna?

Per prepararla ci servono:

 ½ litro di panna fresca
2 fogli di gelatina
1 stecca di vaniglia
2 cucchiai e ½ di zucchero semolato
1 pesca gialla

Mettiamo la panna in un pentolino antiaderente, la mettiamo a scaldare a fuoco lento con due cucchiai e mezzo di zucchero semolato (meglio se super fine) e i semini di una stecca di vaniglia.
Nel frattempo mettiamo i due fogli di gelatina in acqua fredda.

Quando la panna starà quasi per raggiungere l'ebollizione la togliamo dal fuoco, aggiungiamo i fogli di gelatina strizzati, mescoliamo bene e versiamo in stampini.
Lasciamo raffreddare il composto e quando avrà raggiunto una temperatura ambiente riponiamo in frigo  per almeno 3 ore.
Tagliamo a fette sottili una pesca e la passiamo velocemente in padella con un cucciaio di zucchero di canna.

Al momento di servire "girare" la panna cotta su un piatto di portata e decorare con le fettine di pesche.

Ci vediamo a Torino!!!!!! Correte ad iscrivervi!

4 commenti:

  1. che meraviglia la panna cotta, è un dolce che adoro.. buon w.e.

    RispondiElimina
  2. Semplicemente bellissima........

    RispondiElimina
  3. Come si presenta bene la tua panna
    brava ciao

    RispondiElimina